VEGA: Payload Fairing - Avio.com
2236
page-template,page-template-full_width,page-template-full_width-php,page,page-id-2236,page-child,parent-pageid-802,eltd-cpt-1.0,,avio theme-child-ver-1.0,moose-ver-1.7, vertical_menu_with_scroll,smooth_scroll,blog_installed,wpb-js-composer js-comp-ver-5.0.1,vc_responsive
 

VEGA: Payload Fairing

Payload Fairing

Il PL fairing (detto anche Heath Shield –  Scudo termico) protegge il carico utile durante il volo e durante le fasi  a terra di integrazione e stand-by.
In particolare assicura una protezione dal flusso aerodinamico, dal carico termico in volo  e a terra durante le fasi di integrazione e  stand-by prima del lancio, dall’ ambiente acustico e dalla contaminazione.

L’assieme integrato di Payload Adapter,  Payload Fairing e Carico Utile costituisce il così detto Payload Composite, che viene integrato in una camera pulita, in maniera indipendente dall’ integrazione degli elementi propulsivi del lanciatore.

Il rilascio del PL fairing viene comandata  quando  il flusso aerotermico scende a valori compatibili con il satellite (tipicamente intorno a 1140 W/m2 ), condizione che si verifica  poco dopo l’accensione dello Zefiro9 (a circa 80 km di quota ai margini dell’atmosfera).

Il Payload Fairing è composto da due semi gusci,  la sua altezza complessiva è di quasi otto metri (7,880 mm) ed ha un diametro esterno massimo di 2,6 m.

La struttura del Fairing è di tipo composito a sandwich, le parti esterne sono in CFRP mentre la parte interna è una struttura a nido d’ape in alluminio.

La separazione avviene per mezzo di un’azione combinata dei Sistemi di separazione orizzontale e verticale, comandata da elementi pirotecnici.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi