• Ricavi netti: 270,3 milioni di Euro (+3% rispetto ai corrispondenti primi nove mesi del 2018)
• EBITDA Reported: 23,5 milioni di Euro (+5% rispetto ai corrispondenti primi nove mesi del 2018)
• EBIT Reported: 11,7 milioni di Euro (-4% rispetto ai corrispondenti primi nove mesi del 2018)
• Posizione di Cassa Netta: 49,3 milioni di Euro (+0,2 milioni di Euro rispetto al 31 dicembre 2018)

Il Consiglio di Amministrazione di Avio S.p.A. ha esaminato e approvato, in data odierna, i risultati consolidati di Gruppo al 30 settembre 2019.

Avio, Società leader nel settore aerospaziale quotata al segmento STAR di Borsa Italiana, ha registrato nel corso dei primi nove mesi 2019 ricavi netti pari a 270,3 milioni di Euro, in crescita del 3% rispetto al corrispondente periodo dell’esercizio precedente. L’incremento dei ricavi è principalmente attribuibile alle attività di sviluppo del lanciatore Vega e del nuovo motore P120C, comune ai vettori spaziali Ariane 6 e Vega C di prossima generazione.

L’EBITDA Reported, pari a 23,5 milioni di Euro, mostra una crescita del 5% rispetto al corrispondente periodo del 2018 mentre l’EBIT Reported, pari a 11,7 milioni di Euro, segna una diminuzione del 4% in ragione dell’aumento del livello degli ammortamenti legati agli investimenti realizzati negli anni passati.

Si evidenzia la progressiva riduzione delle componenti di costo non ricorrenti (da 2,4 milioni di Euro nei primi nove mesi del 2018 a 1,9 milioni di Euro nel corrispondente periodo del 2019).

La Posizione di Cassa Netta al 30 settembre è pari a +49,3 milioni di Euro (rispetto ai +49,1 milioni di euro al 31 dicembre 2018) in linea con l’andamento tipico del ciclo finanziario in corso d’anno e dell’operatività aziendale.

“Nel terzo trimestre del 2019 il Gruppo ha continuato il trend di crescita in linea con quanto già realizzato nella prima metà dell’anno – ha detto Giulio Ranzo, Amministratore Delegato di Avio.

“In relazione all’anomalia del lanciatore Vega lo scorso mese di luglio, il nostro lavoro procede in modo efficace e nei tempi previsti con il supporto di ESA ed Arianespace, con l’obiettivo di tornare al volo entro il primo trimestre del 2020 nel rispetto dei requisiti di sicurezza e affidabilità – ha aggiunto Ranzo”.

“Il problema occorso a Vega non modifica i nostri programmi di crescita di medio e lungo termine – ha concluso Ranzo. Nel 2020 eseguiremo anche il volo inaugurale di Vega C, per il quale stiamo lavorando alle attività conclusive di sviluppo e qualifica. In parallelo, continua lo sviluppo di nuove tecnologie: recentemente abbiamo testato con successo il prototipo del nuovo motore M10 a Ossigeno liquido-Metano per il futuro Vega E. Inoltre, abbiamo configurato il nuovo dispenser SSMS, in grado di portare contemporaneamente in orbita numerosi piccoli satelliti per soddisfare le richieste sempre più sofisticate dei Clienti. Siamo infine molto soddisfatti che ESA abbia siglato l’accordo con Arianespace per il lancio con Vega del satellite Biomass per l’osservazione della Terra nel 2022”.

Il Consiglio di Amministrazione ha inoltre prorogato l’incarico di Protiviti per l’attività di Internal Audit per il periodo dal 1° gennaio 2020 al 30 giugno 2020, nominando Francesco Paolucci Responsabile Internal Audit.

Il documento che riassume i dati fondamentali dei primi 9 mesi del 2019 sarà a disposizione sul sito avio.com nella sezione Investor Relations, a supporto della call con gli analisti finanziari ed investitori programmata per giovedì 7 novembre alle ore 17.45.



Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi