Il Ministro Giannini in visita ad Avio: “La collaborazione tra Avio e il Governo è la chiave del suo successo e dovrà esserci in futuro come oggi”

Oggi, mercoledì 6 aprile alle ore 10.30, il Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Stefania Giannini, ha visitato gli impianti AVIO di Colleferro (RM) insieme al Presidente dell’ASI, Roberto Battiston.
La delegazione governativa è stata accolta dall’Amministratore Delegato di AVIO, Giulio Ranzo, e dal Vice Presidente del Consiglio di Amministrazione della Società, Pier Giuliano Lasagni.
Il programma della mattinata ha previsto la presentazione delle attività e dei prodotti di AVIO e la visita degli impianti Ariane 5 e VEGA. In particolare il Ministro si è soffermata presso il cantiere dei nuovi impianti di Ariane 6, il nuovo lanciatore europeo per il quale AVIO costruirà i nuovi motori a propulsione solida denominati P120, utilizzati anche per il futuro VEGA C.

Giulio Ranzo: “Accesso autonomo allo spazio per l’Italia”
“AVIO, da sempre impegnata con un ruolo di primo piano nel contesto spaziale europeo, è coinvolta significativamente nella realizzazione del nuovo lanciatore europeo Ariane 6. AVIO ha inoltre potuto, grazie all’impegno italiano nei programmi spaziali europei, creare per l’Italia l’accesso indipendente allo spazio con un proprio lanciatore, inserendola nel ristretto novero dei Paesi al mondo con questa capacità” ha detto Ranzo, “AVIO con il suo lanciatore fornisce il vantaggio competitivo ad altre aziende grandi e piccole e centri di ricerca del comparto di poter svolgere attività di innovazione e ricerca nello spazio. Esempi recenti sono i programmi Lisa Pathfinder e Lares (sviluppato da un’idea maturata in seno all’INAF), portati in orbita da VEGA, e il dimostratore di rientro IXV (con la partecipazione del CIRA).”

Programmi AVIO di ricerca e sviluppo
Le attività di ricerca e sviluppo di AVIO in corso, finanziate attraverso ASI ed ESA, riguardano lo sviluppo del propulsore P120 (comune ad entrambi i lanciatori Ariane e VEGA) e la nuova versione di VEGA (denominata VEGA C).
“Tra le iniziative che trarrebbero beneficio da futuri programmi in ambito europeo” ha concluso Ranzo “ci sono le evoluzioni del VEGA – con stadio alto che utilizza la propulsione a ossigeno liquido e metano (LOx-CH4) e il VEGA E, il “charter” dei piccoli satelliti.”
Nell’ambito dei progetti commissionati dall’Agenzia Spaziale Italiana, AVIO ha di recente concluso con pieno successo le prove al banco di un dimostratore MIRA funzionante a LOx –CH4 della spinta di circa 7 tonnellate.

Il commento del Ministro Stefania Giannini
Da parte sua il Ministro Giannini ha detto: “L’Italia ha da oltre cinquant’anni un ruolo di primo piano nella esplorazione spaziale, ruolo che oggi trova conferme a livello internazionale. Sono orgogliosa che AVIO continui a partecipare con ruoli di primissimo piano nello sviluppo di Ariane 6. Per assicurare tale ruolo di primo piano anche in futuro, il Governo continuerà a sostenere i programmi di accesso allo spazio, attraverso lo sviluppo di Ariane 6 delle evoluzioni di VEGA.
Per quanto riguarda AVIO, auspico che, quale che sia il futuro azionista, l’azienda continui a sviluppare le proprie strategie in sintonia con il Governo, nello spirito di collaborazione che nell’ultimo decennio ha consentito di raggiungere traguardi importanti nella gestione di tecnologie strategiche per l’Italia.”

Il commento del Presidente ASI Roberto Battiston
A questo proposito, Battiston ha detto: “L’Italia considera i lanciatori un asset strategico. Colleferro è un luogo insostituibile dello spazio italiano ed europeo: qui si produrranno i motori P120 che equipaggeranno la famiglia degli Ariane 6 e dei Vega C; qui è stato sviluppato autonomamente e partendo da zero il lanciatore Vega grazie ad importanti investimenti pubblici, e portando con sé nel progetto un intero settore. Il vero valore del progetto Vega è l’alta capacità e affidabilità del sistema spazio italiano, coordinato dall’Agenzia Spaziale. La presenza del ministro Giannini è il riconoscimento che questo è il posto giusto per lo sviluppo industriale dei lanciatori.”

AVIO e il mondo universitario e della ricerca
AVIO è sponsor del Master in Sistemi di Trasporto Spaziale presso l’università Sapienza con diverse borse di studio all’anno.
Offre inoltre diversi dottorati alla famiglia professionale e in particolare alle Università di Roma Sapienza, Tor Vergata e Roma 3, alle Università di Firenze, Politecnico di Milano (PoliMI), Università di Bologna (UniBo). Negli ultimi anni, AVIO ha inserito oltre 150 laureati, tra cui brillanti ingegneri, fisici e chimici italiani. Il CIRA è partner di riferimento per le attività di ricerca su aerodinamica, materiali compositi, GNC, propulsione a solido e liquido, mentre con l‘ENEA, AVIO collabora su progetti di supercalcolo e la simulazione molecolare “ab initio”.

Scarica il comunicato



Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi