AVIO: È per studenti universitari la prima visita del 2016

AVIO ha accolto oggi 25 studenti dell’Università di Padova nella sede dell’azienda a Colleferro.

I ragazzi, iscritti al primo anno della laurea magistrale di Ingegneria Aerospaziale, hanno visitato i laboratori e gli impianti dove sono prodotti i componenti dei lanciatori VEGA e Ariane 5. La visita, svoltasi al termine del corso di propulsione aerospaziale, ha rappresentato l’anello di congiunzione tra la teoria studiata e la sua massima applicazione nel settore dei lanciatori, da parte di una delle aziende leader nel settore dei sistemi di lancio avanzati. Gli studenti sono stati accompagnati dal professor Daniele Pavarin.

“Sono particolarmente felice di iniziare il 2016 aprendo le porte di AVIO a giovani studenti universitari”, ha detto Giulio Ranzo, AD di AVIO, “perché è a loro che l’industria aerospaziale italiana può e deve affidare il suo futuro. Per noi la collaborazione con le università è fondamentale, a cominciare da quelle italiane, che sono le più vicine a noi e formano tecnici di ottima preparazione, senza trascurare però quelle estere, perché lo scambio culturale internazionale è vitale per un’industria come la nostra. L’innovazione aerospaziale non può prescindere da una collaborazione attiva e fervida con il mondo accademico”.

AVIO collabora infatti da diversi anni con le migliori università italiane: Tor Vergata e Sapienza a Roma, Politecnico di Milano, Federico II di Napoli e l’Università di Bologna- Campus di Forlì.

In particolare da quattro anni, a maggio, AVIO sostiene attivamente la gara dei razzi di Segni, un evento spettacolare organizzato dal Dipartimento di Ingegneria Meccanica e Aerospaziale dell’Università Sapienza di Roma come parte integrante del corso di “Laboratorio di propulsione spaziale”.

Lo scorso settembre, AVIO è stata sponsor di Space Up Rome, un incontro dedicato ai temi dello spazio organizzata da un gruppo di giovani professionisti e studenti che lavora nel campo della ricerca e dell’industria spaziale. L’evento, già organizzato in diverse città nel mondo, è stato organizzato per la prima volta a Roma in collaborazione con l’Università Sapienza di Roma.

Scarica il comunicato



Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi