AVIO: Completato il modulo propulsivo del satellite EDRS-C

AVIO ha completato e spedito al cliente un importante sistema propulsivo satellitare, a conferma delle sue competenze anche nel campo della propulsione spaziale per satelliti oltre che per lanciatori.

In particolare i tecnici AVIO di Colleferro hanno messo a punto il modulo propulsivo CPPS (Chemical Propulsion Subsystem) del satellite geostazionario EDRS-C.
Una commissione composta da OHB, prime contractor del satellite, ESA (European Space Agency) e Airbus DS, entrambi clienti finali, ha verificato la conformità del modulo propulsivo e ne ha autorizzato la spedizione. Il CPPS è stato quindi inviato negli stabilimenti di OHB a Brema, in Germania, dove dovranno essere completate le operazioni di integrazione del modulo e del resto del satellite, prima della definitiva campagna di accettazione. Il lancio è previsto nel 2017 con il lanciatore Ariane 5 cui Avio partecipa con i due motori a propulsione solida da 230 tonnellate e la turbopompa ad ossigeno liquido Vulcain.

AVIO ha sviluppato ed integrato la propulsione chimica del modulo ed il relativo cablaggio elettrico. Ha inoltre supportato OHB nella definizione dei profili di comando per quanto attiene alla passivazione dei propellenti, nella definizione termica, fino all’accurata metodologia di stima dei consumi, mettendo a frutto tutta l’esperienza maturata sulla propulsione satellitare.
EDRS-C fa parte del sistema di trasmissione dati EDRS (European Data Relay System) sviluppato e realizzato dall’Agenzia Spaziale Europea all’interno del programma ARTES 7 e che offrirà nuovi standard ai servizi di comunicazione satellitare. Il programma è costituito da una costellazione di satelliti geostazionari che riceverà i dati da satelliti posizionati in un’orbita bassa (LEO) e trasferirà i dati sulla terra. Notevoli saranno i vantaggi per le future applicazioni di osservazione della terra, tra questi: un maggiore numero di dati a disposizione, accesso reale ai dati e una maggiore sicurezza grazie alla possibilità di ottenere i dati criptati.

EDRS-C utilizzerà la stessa piattaforma di Small-GEO, sviluppata per il programma ARTES 11 dell’ESA. AVIO aveva già realizzato nel 2013 l’unità propulsiva chimica di Small-GEO, di cui EDRS-C è una diretta evoluzione. A differenza di Small-GEO che utilizzerà la propulsione chimica per il solo trasferimento all’orbita di utilizzo, il CPPS composto da un motore principale e 16 motori per il controllo dell’assetto, dovrà garantire anche l’esecuzione delle manovre orbitali per i 15 anni di vita del satellite. Per questo motivo il CPPS imbarcherà circa 2 tonnellate di propellente (MON-3 e MMH).

Il primo satellite, EDRS-A, è stato messo in orbita lo scorso gennaio e, oltre a EDRS-C nel 2017, è previsto il lancio di un terzo satellite nel 2020.

Scarica il comunicato



Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi