Sedi - Avio.com
1155
page-template,page-template-full_width,page-template-full_width-php,page,page-id-1155,page-child,parent-pageid-24,eltd-cpt-1.0,,avio theme-child-ver-1.0,moose-ver-1.7, vertical_menu_with_scroll,smooth_scroll,blog_installed,wpb-js-composer js-comp-ver-5.0.1,vc_responsive
 

Sedi

SEDI

A Colleferro si trova la sede principale di Avio, sede di riferimento anche per le attività di ricerca e sviluppo, innovazione e integrazione di sistemi, oltre che per la realizzazione di motori a propellente solido e liquido per veicoli di lancio e sistemi di propulsione tattica.

A Colleferro, tramite la controllata ELV (70% Avio, 30% ASI), Avio porta avanti anche lo sviluppo del nuovo lanciatore VEGA, coordinando i contributi di diverse società europee.

Sempre a Colleferro si trova l’impianto per la realizzazione di protezioni termiche ad uso spaziale, composto da due aree: la prima dedicata alle mescole madre della gomma con un miscelatore interno dedicato, e una seconda area in cui è stata installata la linea di produzione. L’impianto è in grado di soddisfare le esigenze annuali di Avio in termini di produzione di protezioni termiche.

A Rivalta di Torino, Avio progetta e produce turbopompe a ossigeno liquido, mentre ad Airola ha sede il laboratorio per l’impregnazione delle fibre di carbonio.

Suresnes (Francia) ospita la sede di Europropulsion (50% Avioand 50% ASL), capo commessa per il motore a propellente solido per Ariane 5, incaricata di sviluppo, produzione e coordinamento tecnico.

A Kourou (Guyana Francese), la controllata di Avio (60% Avio e 40% ASL) Regulus si occupa della produzione del propellente solido da inserire negli involucri di grandi motori come i segmenti S2 e S3 di Ariane 5, il primo stadio di Vega, P80, e il prossimo motore a razzo a propulsione solida, P120C. Gli stabilimenti sono dotati di diversi impianti in grado di miscelare 11 tonnellate di propellente ciascuno, al fine di garantire il caricamento continuo dei segmenti dell’Ariane 5 (circa 100 tonnellate cadauno). Sono inoltre presenti impianti NCD per la verifica di eventuali anomalie nel propellente prima del via libera all’integrazione sul booster.

Europropulsion, controllata di Avio (50% Avio e 50% ASL) in Guyana Francese, completa il ciclo produttivo dei motori a razzo a propellente solido di Ariane 5 integrando i tre segmenti S1, S2 e S3, ugello, iniziatore e tutta la dotazione prima della consegna del booster, pronto per essere integrato sul lanciatore.
Sempre qui viene integrato il primo stadio del Vega, pronto per essere assemblato sul lanciatore.

Lo staff di Kourou lavora anche per la controllata ELV (Avio 70%, ASI 30%), coinvolta nelle attività di coordinamento e integrazione per il lanciatore Vega.

VIDEO GALLERY

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi